Storytelling, le emozioni conquistano il consumatore

Il consumatore cerca storie, engagement, vuole essere emozionato e intrattenuto. Un concetto che ci riporta agli albori dell’advertising, come nei vecchi spot di Carosello e come Don Draper, nella serie Mad Man, ci ha recentemente ricordato.

 

Se i tempi televisivi, salvo poche eccezioni, rendono difficile lavorare sullo storytelling, il web offre opportunità che sono anche meglio modulabili sui desiderata dei consumatori.

 

Quello che cambia, ha sottolineato Paola Scarpa, sector director di Google Italia nel suo recente intervento a Linkontro Nielsen è che i consumatori oggi vogliono essere loro a decidere i tempi del rapporto con i brand, senza costrizioni nella fruizione del messaggio pubblicitario. Per questo motivo YouTube ha inserito la possibilità di skippare gli spot promozionali, trasformando il brand marketing in permission brand.

 

Il linguaggio hi-tech offre nuove possibilità di dialogo con il consumatore. Per capire la portata del coinvolgimento sul web basta valutare i numeri: ci si connette anche 150 volte al giorno; il 41% degli utenti ri-posta video o immagini trovate online. Google e YouTube diventano, in questo senso, nuovo strumento a disposizione dell’industria, ma anche dei retailer.

 

Ne è un esempio l’iniziativa di Benetton che in occasione dell’apertura di uno store a Milano ha mandato in onda per 24 ore in esclusiva su YouTube un video con visita virtuale al pdv con la mappa e le indicazioni per raggiungerlo. “Adeguarsi ai tempi – conclude Scarpa - significa, in estrema sintesi, utilizzare al meglio le nuove tecnologie.” 

 

 

Share on: , ,

More Reading:

  • extraordinary

  • faint

  • fate

  • fault

  • fellowship

  • flame

  • flood

  • funeral

  • furniture

  • gay